Più lavoro per i geometri grazie alla cessione delle aree demaniali…il parere di CNGeGL e CIPAG

Che tipo di occasione può rappresentare per i geometri la cessione delle aree demaniali? Se n’è discusso l’8 settembre a Belluno nel corso del “Seminario sulle aree demaniali e sdemanializzazioni”

Corso Docfa

Valuta questo articolo

Più lavoro per i geometri grazie alla cessione delle aree demaniali…il parere di CNGeGL e CIPAG Totale 5.00 / 5 2 Voti

Che tipo di occasione professionale può rappresentare per i geometri italiani la cessione delle aree demaniali? Di questo, ma anche di altro, si è discusso l’8 settembre scorso a Belluno nel corso del “Seminario sulle aree demaniali e sdemanializzazioni”.

C’è un’opportunità di lavoro che i geometri devono tenere in grande considerazione. Si tratta della cessione delle aree demaniali prevista dall’articolo 5 bis della Legge n. 212 del 2003: un processo che è in grado di valorizzare il bagaglio di competenze, professionalità e conoscenze detenuto da chi appartiene a questa categoria.

A tal proposito, infatti, non si può non sottolineare quanto sul tema delle aree demaniali e delle sdemanializzazioni i geometri, in quanto veri e indiscutibili conoscitori del territorio italiano, possano fare la differenza in virtù del know how di cui sono in possesso.

E’ ormai riconosciuto, anche dalla stessa legg, come in molti casi le aree demaniali abbiano perso la loro funzione pubblica. Da qui, dal venir meno della loro utilità originaria, è derivato nel nostro Paese, ma non solo, l’avvio di un processo di sdemanializzazione volto a valorizzare il territorio nazionale. Percorsi che, nella loro efficacia di carattere generale, possono certamente produrre vantaggi anche a favore dei geometri, inevitabilmente e naturalmente chiamati a interpretare da questo punto di vista un ruolo da protagonisti.

Di tutto questo si è parlato a Belluno nel corso del “Seminario sulle aree demaniali e sdemanializzazioni”,organizzato dall’AGICAT (Associazione Geometri Italiani Consulenti Ambiente Territorio) in collaborazione con Fondazione Geometri Italiani, CNGeGL, CIPAG e il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Belluno, e con il patrocinio del Centro Studi Bellunese. All’iniziativa ha partecipato il consigliere del CNGeGL Marco Nardini, secondo il quale la cessione delle aree demaniali è in grado di creare benefici per tutti i soggetti coinvolti: “Sia i cittadini, che lo Stato che i professionisti possono trarre un vantaggio da questo processo”.

Per avere dei riscontri pratici sarà sufficiente attendere gli sviluppi dell’iniziativa, cosi da capire meglio se e quale ruolo potranno ricoprire in futuro i geometri italiani in materia di demanio pubblico.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.