Blueprint: bando di concorso internazionale. Il comune di Genova approva le linee di indirizzo

Un bando di concorso internazionale per i progetti necessari alla concreta realizzazione del grande disegno del Blueprint

Corso Riuso Urbano

Valuta questo articolo

Blueprint: bando di concorso internazionale. Il comune di Genova approva le linee di indirizzo Totale 5.00 / 5 2 Voti

Un bando di concorso internazionale per i progetti necessari alla concreta realizzazione del grande disegno del Blueprint: lo ha deciso oggi pomeriggio la Giunta comunale di Genova definendo le linee di indirizzo programmatiche per l’attuazione del disegno di Renzo Piano. Il provvedimento è stato presentato dal Sindaco del capoluogo ligure Marco Doria, dall’assessore all’Urbanistica Stefano Bernini e dall’assessore allo sviluppo economico Emanuele Piazza. L’impegno dell’Amministrazione Comunale è quello di: “Coinvolgere la Città e le forze sociali, culturali e imprenditoriali a sostegno del progetto

La delibera di indirizzo impegna gli uffici comunali, insieme alla partecipata Spim, a predisporre entro il 30 aprile il programma operativo delle attività amministrative e tecniche indispensabili a concretizzare l’operazione e a impostare il bando di concorso internazionale di progettazione relativamente alle aree di proprietà comunale, nonché a stipulare gli atti di intesa con gli altri Enti.

Il bando di concorso internazionale, in coerenza con il Blueprint e con il Piano urbanistico comunale, è ritenuto lo strumento più efficace e un’occasione unica per richiamare su Genova l’attenzione e l’interesse “sia di grandi nomi del panorama internazionale dell’architettura sia di giovani architetti a cimentarsi su un tema estremamente complesso, stimolante e qualificante”, un intervento di riqualificazione ambientale e di sviluppo produttivo “che ha pochi eguali a livello nazionale e internazionale”.

Il disegno del Blueprint coniuga infatti l’indispensabile ampliamento delle aree per lo sviluppo delle riparazioni navali con la valorizzazione dell’affaccio a mare della città e con una più fruibile sistemazione delle attività sportive legate alla nautica da diporto.

L’Amministrazione impegna le proprie strutture a “coinvolgere la Città e le forze sociali, culturali e imprenditoriali a sostegno del progetto”, anche attraverso una campagna di promozione, di ricerca di sponsor e di crowdfunding.

Cosa comporta la definitiva applicazione del bando di concorso internazionale Bluprint?

In primo luogo questa azione implica una necessaria unitarietà di intenti tra Regione Liguria e Autorità portuale, che sono destinatarie, al pari del Comune, della donazione del Blueprint da parte del Renzo Piano Bulding Workshop e che con l’accettazione del disegno hanno manifestato un proposito unitario. La Giunta Comunale  nell’approvare le linee guida per l’attivazione del bando di concorso sottolinea la necessità di affrontare con tempestività gli approfondimenti  tecnici e la progettazione architettonica all’interno del disegno Blueprint, anche con l’obiettivo di ricercare “le soluzioni economicamente più equilibrate” per “attrarre l’interesse di investitori”, tenendo conto della particolare complessità dell’intervento.

“L’operazione complessiva del Blueprint” si legge nella nota stampa della delibera “è comunque incentrata su importanti opere pubbliche e non può quindi prescindere da investimenti pubblici dedicati”, soprattutto per quanto riguarda il settore di pertinenza dell’Autorità portuale.“La soluzione ottimale” rileva sempre la Giunta “è estendere il concorso anche alle aree dell’Autorità portuale per l’intero sviluppo compreso tra l’ex Nira e Calata Gadda, ma tale eventualità è subordinata al recepimento del Blueprint nel vigente Piano regolatore portuale.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.