Bando riqualificazione case cantoniere: termini di scadenza prorogati al 15 novembre

È stato prorogato al 15 novembre 2016 la scadenza del Bando Case Cantoniere che rilascia in concessione le prime 30 case cantoniere da assegnare agli operatori interessati.

Valuta questo articolo

Bando riqualificazione case cantoniere: termini di scadenza prorogati al 15 novembre Totale 5.00 / 5 6 Voti

Bando riqualificazione case cantoniere: termini di scadenza prorogati al 15 novembre. La decisione è stata presa dall’Anas al fine di rispondere alle moltepici richieste di proroga degli imprenditori e associazioni cercando di favorire la massima partecipazione. Si ricorda che il Bando riqualificazione case cantoniere per dare in concessione le prime 30 case cantoniere dell’Anas è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.81 del 15 Luglio 2016 . Il piano operativo fa parte dell’accordo di collaborazione tra la rete autostradale italiana, il ministero dei Beni culturali, il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti e l’Agenzia del Demanio.

Il Bando riqualificazione case cantoniere punta alla riqualificazione e alla valorizzazione di questi immobili così importanti per il patrimonio italiano. Viene altresì ricordato che, le case cantoniere, nate nel 1830, sono distribuite su tutte le strade statali storiche italiane.

Cosa prevedono gli investimenti annunciati dal Bando riqualificazione case cantoniere pubblicato sulla G.U numero 81 del 15 luglio 2016?

Gli interventi prevedono la ristrutturazione delle case cantoniere e la trasformazione delle stesse in alberghi, ristoranti, punti di informazione per gli automobilisti. É inoltre previsto un investimento di 7,6 milioni di euro in tre anni a partire dal 2016. Il bando di gara va ad assegnare in concessione le prime 30 case cantoniere, situate sulla rete stradale Anas in Valle d’Aosta, Piemonte, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Puglia.

Fondamentale sarà la ristrutturazione in armonia con il territorio ambientale paesaggistico e storico dove sono situati gli immobili. Le nascenti strutture imprenditoriali, rimodulate sugli storici edifici rossi saranno lo strumento per far conoscere e apprezzare gli aspetti culturali storici ed enogastronomici del territorio di pertinenza. Identità locale quindi da coniugare con l’aspetto di impresa aziendale.

Un altro aspetto importante del progetto sarà il coinvolgimento nella promozione e nella realizzazione dell’iniziativa imprenditoriale di altre realtà esistenti sul territorio. Viene evidenziato che a ristrutturazione delle case cantoniere resta a carico di Anas mentre il concessionario corrisponderà un canone di concessione.

Si specifica, inoltre, che i contraenti saranno individuati sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Le concessioni dureranno 10 anni. Dopo il decennio trascorso sarà indetto un nuovo bando di gara. Si punta ad aprire la prima casa cantoniera ristrutturata entro Giugno del 2017.

Tutti I Corsi
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.