Sicurezza sul lavoro: Bando Isi 2015, domande dal 1 marzo

Tutte le imprese interessate a partecipare al bando Isi 2015 per la sicurezza sul lavoro, dal primo marzo potranno inviare all'Inail i propri progetti

Formazione Formatori Sicurezza

Valuta questo articolo

Sicurezza sul lavoro: Bando Isi 2015, domande dal 1 marzo Totale 5.00 / 5 3 Voti

Tutte le imprese interessate a partecipare al bando Isi 2015 per la sicurezza sul lavoro, dal primo marzo potranno inviare all’Inail i propri progetti volti a tutelare i lavoratori. I programmi verranno finanziati da 276 milioni di euro. Novità in arrivo per le imprese che si impegnano in progetti di sicurezza sul lavoro.

A partire infatti dal 1 marzo 2016 ( fino al 5 maggio 2016 ndr ) sarà possibile inoltrare le domande online per partecipare al Bando Isi 2015, promosso dall’Inail.  Il bando 2015 rientra all’interno della sesta tranche di incentivi alle imprese. In questi anni sono stati investiti circa un  miliardo e mezzo di euro a fondo perduto.

Quali sono le modalità di partecipazione e i parametri di assegnazione dei contributi per il bando Isi 2015 sulla sicurezza sul lavoro?

A partire dal primo marzo 2016 le aziende potranno inviare le richiesta di ammissione al contributo atrraverso il sito dell’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, inserendo il proprio progetto. I fondi erogati potranno coprire fino al 65% degli investimenti programmati e fino a un massimo di 130 mila euro. I limite non verrà applicato alle imprese con più di 50 dipendenti che presenteranno progetti per modelli organizzativi e di responsabilità sociale. Il monte totale dei contributi da stanziare verrà ripartito in budget regionali, in base al numero di lavoratori e all’indice di gravità degli infortuni riscontrato nel territorio, fino all’esaurimento delle risorse sulla base dell’ordine cronologico di arrivo delle domande online.

Quali sono i soggetti che possono partecipare al bando Isi 2015 e quali sono i progetti ammessi a concorrere al bando?

I fondi potranno essere utilizzati ( nella misura di un finanziamento per impresa ndr ) per finanziare; progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori, progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, progetti di bonifica da materiali contenenti amianto. Potranno partecipare al bando tutte le imprese del territorio nazionale e iscritte alla Camera di Commercio industria, Artigianato e Agricoltura.

Una volta conclusa la prima fase, dal successivo 12 maggio 2016 le imprese potranno scaricare il proprio codice identificativo dal portale dell’Istituto, e a partire dal 19 maggio l’Inail comunicherà date e orari del Click-Day. Gli elenchi delle domande saranno disponibili sul sito dell’Inail, con l’indicazione delle imprese meglio collocate in graduatoria.

Tutti I Corsi
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.