Assegno postdatato?

Si può versare un assegno postdatato prima della data?Cosa rischia chi lo versa?

Valuta questo articolo

Assegno postdatato? Totale 5.00 / 5 2 Voti

La legge prevede che l’assegno bancario, anche se si tratta di assegno postdatato, è pagabile a vista. Ed ogni contrario accordo tra le parti si considera come se non fosse mai stato scritto.

Una norma semplice, dalle motivazione ovvie e facilmente comprensibili. La conseguenza risulta essere che l’assegno postdatato, presentato in un giorno precedente alla data previste è comunque liberamente pagabile. Questo significa, in buona sostanza, che nel momento stesso in cui il creditore presenta il titolo allo sportello, lì gli deve essere pagato, anche se sul titolo è stata scritta una data futura.

Validità dell’assegno postdatato

A prevederlo non è la consuetudo ma la stessa Legge a prevedere che, qualora nell’assegno venga indicata una data di emissione posteriore a quella dell’effettiva emissione dell’assegno e sempreché la data non differisca di oltre quattro giorni da quella dell’emissione, si rende applicabile la tassa graduale delle cambiali.

La giurisprudenza ha poi ben spiegato l’istituto dell’ assegno postdatato. La data successiva non comporta la nullità dell’assegno bancario, ma soltanto la nullità del relativo patto. Tale accordo, infatti, si considera contrario a norme imperative poste a tutela della buona fede e della regolare circolazione dei titoli di credito perché non consente al creditore di esigere immediatamente il pagamento dell’assegno.

Per questi motivi l’assegno postdatato, non diversamente da quello regolarmente datato, deve considerarsi venuto a esistenza come titolo di credito e mezzo di pagamento al momento stesso della sua emissione.

Si considera, come data di emissione, il distacco materiale del titolo dalla sfera del traente

Nessun reato quindi, al giorno d’oggi, dietro l’emissione di un assegno postdatato. La condotta è però soggetta, cosi come per chi non si doterà entro la scadenza del POS, a sanzione amministrativa per evasione dell’imposta di bollo. Ne sono responsabili sia il traente che il prenditore, nonché anche la banca negoziatrice

Tutti I Corsi
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.