All News #32 – Gare aperte ai Geometri, Jobs Act autonomi e Legge di Bilancio 2017

Cosa sta cambiando nel panorama delle libere professioni italiane tra Jobs Act autonomi e Legge di Bilancio 2017?

Valuta questo articolo

All News #32 – Gare aperte ai Geometri, Jobs Act autonomi e Legge di Bilancio 2017 Totale 5.00 / 5 1 Voti

Gare di Ingegneria e Architettura aperte anche ai geometri? A sentire il Consiglio di Stato parrebbe di si … Cosa sta cambiando nel panorama delle libere professioni italiane tra Jobs Act autonomi e Legge di Bilancio 2017?

Un deciso passo verso una sorta parificazione delle professioni tecniche? Un recentissimo parere del Consiglio Di Stato ha aperto le gare di ingegneria e architettura anche ai geometri e agli altri soggetti in possesso di altri diplomi tecnici attinenti alla tipologia dei servizi da affidare. Si preannunciano barricate da parte di ingegneri e architetti.

A prevederlo è lo stesso Ministero delle Infrastrutture con il decreto legislativo 50/2016 (decreto attuativo del Nuovo Codice Degli Appalti ndr). Una novità, epocale. Cosi come sostenuto nelle scorse ore dal Consiglio di Stato con il parere 2285/2016 “i tecnici non laureati erano esclusi dalla partecipazione in base alla previgente disciplina, la partecipazione sarà possibile quando la prestazione non richieda il possesso della laurea. Inoltre d’ora in avanti tutti i soggetti che partecipano alle gare d’appalto dovranno indicare i requisiti di idoneità, mentre prima quest’obbligo ricadeva solo sulle società di ingegneria. Nei raggruppamenti temporanei dovranno inoltre essere inseriti giovani professionisti”

Nello specifico il testo del Disegno di Legge jobs act autonomi prevede:

  • divieto della rescissione senza preavviso unilaterale se non con una altra  sanzione;
  • equiparazione tra committente e lavoratore autonomo sui contratti che abbiano termini superiori ai 60 giorni relativamente alla data di ricevimento da parte del primo sull’emissione della fattura;
  • possibilità di detrazione da parte del professionista di polizze assicurative al fine di poter recuperare il finanziamento dei mancati pagamenti attinenti alle fatture emesse;
  • deducibilità, fino a 10 mila euro all’anno, da parte del professionista, delle spese inerenti a corsi di perfezionamento, spese per convegni, congressi master;
  • detrazione integrale entro i 5 mila euro all’anno, per le spese attinenti a: ricerca, addestramento, formazione e riqualificazione professionale;
  • possibilità ai lavoratori autonomi di poter partecipare ai bandi pubblici indetti dalle amministrazioni potendo formare reti, consorzi stabili professionisti o associazioni temporanee;
  • delega alle Pa per semplificare “l’attività delle amministrazioni pubbliche e di ridurre i tempi di produzione” . Ovvero gli ordini professionali e le associazioni di categoria potranno svolgere e operare su atti e documentazione pubblica al fine di accelerare e ottimizzare le pratiche pubbliche;
  • centri dell’impiego con uno sportello dedicato al lavoro autonomo e con lo scopo di stipulare convenzioni non onerose con associazioni e/o ordini professionali nonché di poter elargire informazioni a imprese e professionisti.

Tra le misure più importanti per rilanciare il comparto edile si segnalano i seguenti punti pertinenti alle detrazioni fiscali per immobili e edifici:

Riqualificazione e antisismica. detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia e riqualificazione antisismicariqualificazione energetica nonché acquisto di mobili. Credito d’imposta del 65% prorogato per le strutture ricettive per il biennio 2017-2018.

Condomini. Nel testo è prevista una detrazione del 70% delle spese sostenute dal 1° Gennaio 2017 al 31 Dicembre 2021 per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali a patto che interessino l’involucro dell’edificio con un’incidenza maggiore del 25 per cento della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo. Ulteriore detrazione del 75% anche  per le spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica inerenti a parti comuni di edifici condominiali portati al fine di migliorare la prestazione energetica.  Le detrazioni vengono calcolate su un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 40.000 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio. Viene specificato che a certificare il raggiungimento delle prestazioni energetiche richieste sarà un’attestazione rilasciata da un professionista abilitato, con controlli a campione da parte dell’Enea. In caso di mancata veridicità dell’attestazione decade il beneficio ed è investita la responsabilità del professionista.

Sismabonus. E’ stato prorogato il sismabonus fino al 31 Dicembre 2017. Per quel che concerne le spese sostenute dal 1 Gennaio 2017 al 31 Dicembre 2021 sono previsti interventi inerenti all’adozione di misure antisismiche.

È previsto, inoltre, che per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 inerenti gli interventi relativi all’adozione di misure antisismiche e con particolare attenzione all’esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica: una detrazione dall’imposta lorda nella misura del 50%, per un massimo di un ammontare complessivo delle stesse spese fino a 96.000 euro per unità immobiliare per ciascun anno, specificatamente in edifici emergenti nelle zone sismiche ad alto rischio e pericolo (zone 1 e 2); prevista una detrazione dell’imposta del 70% della spesa sostenuta atta alla realizzazione di interventi di riduzione di rischio sismico e che avalli il passaggio di pericolo ad un rischio inferiore; prevista una detrazione nella misura dell’80% ove l’intervento derivi dal passaggio di due classi di rischio più basse; prevista una ulteriore detrazione del 5% (sommata alle altre sopra elencate) riservata ai lavori sulle parti comuni degli edifici condominiali.


Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.