Niente iscrizione all’albo degli ingegneri per gli architetti: il parere del MIUR

Risposta del MIUR sull'argomento, sollecitato da una richiesta da parte del CNI, dell’ iscrizione all'albo degli ingegneri per gli architetti

Valuta questo articolo

Niente iscrizione all’albo degli ingegneri per gli architetti: il parere del MIUR Totale 4.67 / 5 6 Voti

Niente iscrizione all’albo degli ingegneri per gli architetti. Alla fine la risposta da parte del MIUR è arrivata. Gli architetti del vecchio ordinamento non possono accedere all’esame di stato per gli ingeneri. A dirlo è stato infatti lo stesso Ministero dell’Istruzione, dopo essere stato sollecitato da una richiesta del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, sottoposta al ministro Stefania Giannini in occasione di un precedente incontro ufficiale.

Ma perché il MIUR ha sentito il bisogno di dover rilasciare un parere ufficiale sulla possibilità o meno di iscrizione all’albo degli ingegneri per gli architetti ?

Tutto nasce perché il CNI, a causa di una errata interpretazione di una precedente nota dello stesso MIUR (la nota a cui si fa riferimento è la numero 2100 del 6 giugno 2012 ndr ), aveva segnalato al ministro competente l’arrivo agli Ordini provinciali degli ingegneri di numerose richieste di iscrizione da parte dei laureati in architettura del vecchio ordinamento. Professionisti che secondo l’interpretazione  del CNI venivano ammessi illegittimamente a sostenere l’esame di stato per ingegnere (le richieste è giusto sottolinearlo sono state tutte respinte, a dimostrazione ancora una volta della ormai proverbiale schizofrenia burocratica italiana ndr). Per questo motivo il CNI, attraverso il presidente Armando Zambrano, aveva chiesto al Ministro di fornire la corretta interpretazione della norma.

Entrando più nello specifico, il MIUR ha chiarito come l’articolo 47 del DPR n.328/2001 indichi espressamente come valida per l’ammissione alla sezione A dell’esame di stato per gli ingegneri la sola classe di laurea specialistica in Architettura e Ingegneria Edile.

In conclusione il MIUR ha quindi dichiarato ufficialmente che “l’accesso agli esami di stato per la sezione A dell’albo degli Ingegneri non è possibile per i possessori del diploma di laurea in Architettura, ma soltanto a coloro che hanno conseguito un titolo della classe 4/S  oppure un titolo ad essa equiparato dell’attuale classe di laurea magistrale LM4Architettura e Ingegneria Edile-Architettura”.

Un parere che ha suscitato sicuramente piena soddisfazione all’interno della categoria professionale degli ingegneri “Nelle prossime settimane” ha infatti voluto dichiarare il CNI per bocca del suo presidente Armando Zambrano “il CNI avvierà un’iniziativa per sensibilizzare gli uffici degli esami di stato presso le università affinché prendano atto della circolare ministeriale e respingano le eventuali richieste dei laureati in architettura del vecchio ordinamento per accedere agli esami di abilitazione alla professione di ingegnere”.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.