Geometri pubblici dipendenti: possono iscriversi ad un Albo professionale?

I geometri pubblici dipendenti possono iscriversi all’albo a partire dal D.P.R. n. 137/2012 che sancisce l’accesso libero alle professioni regolamentate

Corsi Crediti Geometri

Valuta questo articolo

Geometri pubblici dipendenti: possono iscriversi ad un Albo professionale? Totale 5.00 / 5 3 Voti

Il Consigliere nazionale CNGeGL Marco Nardini illustra un argomento che alcuni professionisti della categoria ancora non conoscono nel dettaglio: la possibilità di iscriversi all’Albo per i geometri pubblici dipendenti.

Dopo un periodo lungo circa 80 anni, durante i quali i geometri dipendenti pubblici non potevano iscriversi all’albo professionale, la “Riforma delle professioni” introdotta nel 2012 (D.P.R. n. 137/2012) ha eliminato il divieto preesistente, introducendo modifiche che, in alcuni casi, non sono state ancora recepite dagli interessati.

Come spiega il Consigliere nazionale CNGeGL Marco Nardini, “i geometri pubblici dipendenti possono iscriversi all’albo a partire dal D.P.R. n. 137/2012 che sancisce l’accesso libero alle professioni regolamentate, purché ci sia ovviamente l’abilitazione pro ad esercitare l’attività”. Tale misura innovativa rispetto al passato intendeva ovviamente favorire lo sviluppo del Paese in tema di liberalizzazione.

Dal momento dell’iscrizione all’Albo, quindi, non ci sono differenze tra i geometri liberi professionisti e i geometri dipendenti pubblici, né per quanto riguarda le competenze professionali tecniche richieste, né per quanto riguarda gli obblighi previsti dalla formazione professionale continua. E i pubblici dipendenti hanno gli stessi obblighi contributivi del libero professionista.

Per quanto riguarda, invece, la possibilità di esercitare la libera professione per i geometri pubblici, il Consigliere Nardini è molto chiaro: “L’esercizio è circoscritto ai rapporti e le limitazioni sono imposte dall’ente di appartenenza e non devono generare conflitti d’interesse. Il geometra pubblico dipendente iscritto all’albo può produrre e sottoscrivere elaborati tecnici e gli atti inerenti la pubblica amministrazione. La libera professione gli è chiaramente preclusa. A meno che tra ente e professionista non vi siano accordi speciali (per incarichi al di fuori della sfera di operatività dell’amministrazione o in caso di liberatoria specifica dell’attività concessa dall’ente)”.

Chi è il consigliere del CNGeGL Marco Nardini?

Marco Nardini, Classe 1955, è Consigliere del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati. Iscritto all’Albo del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Roma dal 1982, è titolare di un proprio studio professionale; è esperto in contabilità e direzione lavori in ambito pubblico e privato. Svolge attività di consulenza tecnica per la risoluzione delle problematiche inerenti l’involucro edilizio vero e proprio, anche come consulente per il Tribunale Civile di Roma; è iscritto all’elenco del Ministero dell’Interno in materia di prevenzione incendi. Al suo attivo varie specializzazioni nel campo dell’arbitrato e della negoziazione, nel recupero e manutenzione degli edifici e nella sicurezza cantieri: nel ruolo è membro, per conto del CNGeGL, del gruppo di lavoro Sicurezza Appalti Pubblici di ITACA, con pubblicazioni e ruoli consulenziali. Eletto Consigliere presso il proprio Collegio nel 1992, mantiene la carica sino al 2006, quando ne assume la presidenza fino al 2008, anno di nomina a Consigliere presso il CNGeGL, carica confermata nel 2013.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.