Accatastamento fabbricati rurali: tempi stretti per il ravvedimento operoso

Il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli ritorna sul tema Accatastamento fabbricati rurali non dichiarati al Catasto edilizio urbano, per alcune utili specifiche sull’espletamento delle pratiche e la possibilità di avvalersi dell’istituto del ravvedimento operoso

Valuta questo articolo

Accatastamento fabbricati rurali: tempi stretti per il ravvedimento operoso Totale 5.00 / 5 3 Voti

“Cari Colleghi” dichiara con il tono amichevole che oramai contraddistingue le comunicazioni del Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli “torno ancora una volta sul tema accatastamento fabbricati rurali non dichiarati al Catasto edilizio urbano, in aggiunta a quanto già comunicato in data 16 maggio e 17 luglio 2017.”

La risposta dei geometri professionisti all’invito a cogliere tempestivamente l’opportunità di lavoro è stata ammirevole, sia in termini quantitativi che qualitativi: la forza dei numeri, unita alla specificità delle competenze professionali, hanno fatto si che la Categoria dei Geometri sia stata la più attiva sul fronte dell’espletamento delle pratiche di accatastamento fabbricati rurali e variazioni culturali non dichiarati con possibilità, per i proprietari, di avvalersi dell’istituto del ravvedimento operoso, così come auspicato dall’Agenzia delle Entrate nelle lettere di sollecito inviate nei mesi scorsi.

Alcuni Uffici Provinciali dell’Agenzia delle Entrate hanno iniziato ad inviare ai proprietari gli atti di contestazione delle sanzioni richiamate al comma 14-quater per quanto riguarda l’ accatastamento fabbricati rurali, tenendo conto delle modifiche introdotte dall’art. 2, comma 12, del D.lgs.14 marzo 2011, n. 23 (da 1.032,00 euro a 8.264,00 euro), ma fino alla ricezione della notifica la finestra temporale utile per usufruire del ravvedimento operoso rimarrà ancora aperta.

Un arco di tempo evidentemente breve, ma comunque sufficiente per:

  • integrare l’iter di regolarizzazione qualora in fase di accatastamento fabbricati rurali non si fosse provveduto al pagamento contestuale delle sanzioni per tardiva dichiarazione (ravvedimento operoso);

  • portare a compimento gli accatastamenti fabbricati rurali residui, presentando la dichiarazione al Catasto edilizio urbano con pagamento del ravvedimento operoso.

Ciò tenendo conto che una eventuale e sopraggiunta notifica di sanzione verrebbe annullata nel caso in cui la pratica risultasse regolarmente presentata e approvata in data anteriore a quella del ricevimento della notifica stessa, nonché versata la sanzione ridotta.

“Sono certo” conclude Savoncelli “che ancora una volta saprete cogliere in maniera tempestiva le sollecitazioni di cui sopra e utilizzarle in maniera propositiva, fornendo alla committenza una consulenza particolarmente apprezzabile: ricorrere in tempo utile alla procedura del ravvedimento operoso evita ai proprietari di “sforare” i termini entro i quali è possibile usufruire delle relative agevolazioni, che si traducono in una sensibile riduzione dell’importo delle sanzioni previste dalla legge.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.